Seguici su FacebookspacerSeguici su TwitterspacerAggiungici ai Feed RSSspacer
Home ARTICOLI LEGACY Legacy - Winner @ KoM con Sultai Delver
Legacy - Winner @ KoM con Sultai Delver Stampa E-mail
Domenica 16 Aprile 2017
INTRO kom_delver_winnerArticolo di Matteo Blasi

Ciao a tutti, sono Matteo Blasi! Per chi non mi conosce farò una breve presentazione in due righe: 24 anni, gioco a magic da quando ne avevo 12, gioco legacy da ormai 10 e ho sempre avuto una predilezione/predisposizione per i mazzi tempo e aggrocontrol bluebased in generale. Ho fatto svariati risultati ai Big Events del panorama eternal, adoro pauper, commander e Nimble Mongoose!

Per questa vittoria al KoM sono combattuto tra il fare un report giocoso o preciso, opterò per uno stile semiserio mescolando un report tecnico a qualche gag per molti ma purtroppo non per tutti. Penso possa essere un buon compromesso che non deluda nessuno!

Partiamo con una premessa importante: non tocco le carte dall’ovino legacy di settembre causa mancanza di tempo e non ho più la costanza di una volta nel partecipare ai tornei, preferendo dedicarmi ad altro e partecipare solo ai big events. La mattina del torneo decido di montare una versione di “BUG Delver” che io preferisco definire come un Dark Threshold senza le manguste. Avevo adocchiato la lista di Dylan Donegan di un torneo scg, molto snella e con dei pregi per me impagabili nel meta che mi aspettavo: maggior stabilità con 3 colori (che poi son praticamente 2) invece dei 4 abituali, curva molto compressa e la presenza di Stifle, che da solo garantisce un edge nel mirror, vs miracoli e aggrocontrol in generale.

Si capisce già dalla manabase che Dylan è un ragazzo sveglio e sa giocare questa categoria di mazzi: mentre montavo il deck ho ragionato sulle fetch da mettere per dissimulare al meglio la presenza di Stifle nel deck, inserendo 4 Verdant Catacombs (senza il blu) e 4 Flooded Strand (combinazione di colori che non si gioca in nessun delver deck al momento). Guardo la lista di Dylan e ha scelto le stesse fetch: ha la mia approvazione e la mia fiducia come player di stifle deck.

Sultai Delver by Matteo Blasi
Winner
[Legacy Top8] King of Magic - Milano 8-9/Apr/2017
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Ho fatto giusto 2 modifiche alla sideboard perché la sua riportava 14 carte e sono sempre stato un sostenitore di Grafdigger’s Cage nelle side di tempodeck, visto che da sola aggredisce elfi, storm, tutti i gravedeck e blocca mazzi come nic fit: troppo versatile per non giocarne almeno una copia come complemento alle surgical extraction. Il secondo Leovold, Emissary of Trest è un must a complemento della copia maindeck e lo split ago/rod è per diversificare meglio l’hate in assenza di ancient grudge contro gli equip.

E ora passiamo al torneo vero e proprio! Vi avviso che ci sarà qualcuna delle gag per molti ma non per tutti di cui parlavo prima, per me magic vuol dire prima di tutto amici e risate, il torneo in sé è una scusa per ritrovarsi.

Turno 1 – Grixis Delver

G1: Apro una mano con lande, Deathrite Shaman, stifle e un mix di removal/cantrip, ci scambiamo un paio di wasteland e preferisco giocare lo stifle difensivamente per spostare gli equilibri di mana, aggredendolo poi con una seconda copai di wasteland. La partita si risolve quando provando a wastare nuovamente la unica mia fonte nera faccio brainstorm in risposta e me la dazo riprendendo in mano il mare bersagliato. Il turno dopo gurmag angler e si passa a g2 in 3 attacchi.

G2: Ci scambiamo diverse removal sui pezzi a cc1, riesco a slandargli tutta la manabase e penso di averla portata a casa. Tuttavia lui topdecka due fetch in sequenza che gli permettono di fare gurmag + strige e di ribaltarla, visto che purtroppo trovo True-Name Nemesis troppo tardi.

G3: Con due Deathrite Shaman a terra e un paio di Delver of Secrets riesco a tenere testa ai suoi 4 delver e strige, essendo avanti di race lui trada i pezzi volanti coi miei e le removal da ambo le parti tengono il board abbastanza pulito. Riesco a chiuderla con uno Deathrite Shaman superstite dopo che una sua strige riesce a stallare il board. Stifle si è rivelato carta chiave perché una volta finiti i removal mi ha permesso di ritardare sufficientemente a lungo la sua flippata di delver per far passare dei danni importantissimi.

Turno 2 –Ugw infect

G1: propongo una partenza di terra Deathrite Shaman che viene subito spigato con windswept heath per savana, che mi fa pensare a un coraggioso maverick o qualche junk/aggroloam. wasteland su savana e delver vengono seguiti da da inkmoth nexus, tropical e blighted agent da parte sua. Sto attento a tirare sempre removal nel mio turno o dopo aver aspettato che lui fosse tappato out. Fatal push è eccezionale in questo MU e le mie removal si rivelano troppo numerose perché lui possa tentare una controffensiva prima che delver lo porti a zero.

G2: partita molto simili alla prima, ago spinale su inkmoth nexus limita di molto le sue opzioni e abrupt decay è libero di togliere i suoi pezzi dal board. Momento più interessante della partita è quando lui mena con glistener elf esaltato di gerarca, io blocco con due Deathrite Shaman e sono a conoscenza di una sua spiga in mano vista di Thoughtseize. Lui giustamente pensa che su un doppio blocco non sono così scemo da essere senza protezione per la sua spiga e ammazza un mio Deathrite Shaman semplicemente. La parte interessante è che aveva rimesso spiga in cima al deck di brainstorm confidando nel bluff e nel mio rispetto delle sue carte. Ottimi mindgames ma alla fine riesco a vincerla cavalcando il vantaggio carte spropositato che sylvan library mi fornisce.

Turno 3 – Food Chainfatal push

G1: Ho una mano che propone dell’ottimo denial seguito da clock di delver, purtroppo il mio oppo sfetcha sempre per basica e penso di star giocando contro shardless quando una baleful strix entra in gioco per bloccare la mia race di delver, seguita a ruota da una seconda copia. Capisco di essermi sbagliato quando poco dopo tiro un pierce su una sua food chain! Dopo un paio di fatal push sulle strigi riesco a riprendere la mia race di delver, nonostante una sua food chain risolta ma senza gas in mano per farci qualcosa.

G2: Apriamo entrambi di Deathrite Shaman ma lui ha un abrupt decay per il mio. Provo a impostare una race di delver ma vengo bloccato da un grifone hardcastato. Non posso ucciderglielo altrimenti rimuovendoselo di Deathrite Shaman lo potrebbe ricastare. Lui inizia ad attaccare con grifone e provo a impostare controrace di delver con uno Deathrite Shaman vs i due suoi sperando in qualche removal, così non è e decedo senza che lui debba scombare.

G3: Parto male con un mull a 5 semidecente, non riesco chiaramente a stare dietro di risorse e pattiamo ai turni una partita che avrei sicuramente perso. Walking Ballista si rivela una carta sicuramente interessante anche al di fuori della combo, le applicazioni sono tante e sicuramente è stato un upgrade notevole rispetto a fierce empath per Emrakul, the Aeons Torn. Il mio avversario non sembrava giocare il pacchetto trinket mage che personalmente apprezzo molto e conferisce al deck una duttilità molto apprezzabile a mio parere. (oltre al fatto che sono un trinket fag da sempre)

Turno 4 – Aggro Loam 4c di Paolo Buschi

G1: La partita dura pochi turni, apparecchio doppio delver of secrets e Deathrite Shaman, seguiti da Gurmag Angler e true-name nemesi con daze a copertura. Queste sono le partite dove il mazzo va in autopilot e tutto gira perfetto, capita di rado ma sono free wins che il deck a volte regala. Vedo comunque che Paolo gioca delle spighe md nonostante i calici.

G2: Paolo parte fortissimo con dark confidant di primo turno che mi trova senza removal. Il vantaggio che cumula è esponenziale e non mi permette di entrare mai veramente in partita. So che in g3 i miei editti non lo coglieranno impreparato grazie a dryad arbor sfetchabile in risposta e decido quindi di sidarli fuori, ricalibrando l’assetto del deck in maniera più offensiva per sfruttare la partenza on the play. Gli faccio giocare cmq un po’ il mazzo per vedere che tech gioca, come ad esempio cabal pit.

G3: tengo mano veramente forte ma monolanda, partendo terra delver of secrets. Non so perché ma ogni volta dall’altra parte del tavolo mi wastano (giocata secondo me sempre errata perché se ho seconda terra l’avversario è morto nel 90% dei casi, dato che equivarrebbe a farmi giocare delver of secrets rapido a cc0…) e io come al solito sono senza landa se non una wasteland che avevo in mano. Passo 4 turni a fare pesco passo scarto, pescando giustamente una seconda wasteland come terra. Lui però ha una mano difensiva e nn propone nulla, dandomi il tempo di pescare fonte colorata e proporre Gurmag Angler. Lui lo risolve credo di spiga, ma sono rientrato in partita. Sono sotto lock di punishing fire quando pesco True-Name Nemesis con copertura in mano. Chiamano i turni e la partita finisce patta, partita ancora tutta da giocare nonostante la partenza non proprio fenomenale.

Turno 5 – Omnitell di Andrea Ciotta

G1: tengo mano con 3 removal, brainstorm, Deathrite Shaman, mare e fetch. Mano che in realtà in questo contesto fa giusto un po’ schifo… Lui risolve gitaxian probe e procede a killarmi a turno 3 coperto dopo che la mia brainstorm trova solo uno stifle come protezione.

G2: post side il mu cambia molto, levando i 7 removal dal main assieme alle 2 True-Name Nemesis riesco a inserire molte carte incisive e che permettono di aggredirlo sotto tanti profili diversi. Apro mano con tante risposte ma niente clock, non l’ideale ma meglio del clock senza risposte, almeno so che posso guadagnarmi il tempo di trovare un pezzo aggressivo nei prossimi due turni. Quando sono a 3 lande non mi fido a calare sylvan library perché con Spell Pierce e Flusterstorm + daze mi sento sicuro, restando un solo mana open invece perderei da Flusterstorm sua. Comincio obbligandolo a forzare i miei Thoughtseize e in seguito a sua intuition decido dargli in mano terza force of will con cui countera la mia surgical extraction, io pierce lui Flusterstorm e decido di fargliela risolvere. Appoggio library dopo che si è svuotato la mano, pesco 3 e si vince con mano piena e Vendilion Clique mi pare.

G3: lui parte subito con leyline bianco per mettersi al riparo da scarti e surgical extraction, che io giustamente provvedo immediatamente a pescare nei 3 turni seguenti purtroppo. Riesco a sistemarmi un po’ meglio la mano con i cantrip mentre un delver of secrets imposta la race. A fine turno mio risolve un’intuition per triplo Boseiju, Who Shelters All, un side in atipico che sinceramente non mi aspettavo, tanto che avevo sidato fuori ben 2 wasteland. Lui giustifica la sidata col fatto che in g2 aveva notato uno sbarramento inaspettato di counters e poteva essere una buona soluzione al problema. Io cmq nonostante i cantrip una wasteland in mano me la sono tenuta e risolvo così boseju. Arrivati al momento critico Andrea risolve show and tell per Emrakul, the Aeons Torn , dopo che con pierce provo a farlo tappare out, e con show appoggio Gurmag Angler a terra. Nel mio turno appoggio la seconda wasteland che ho pescato (che fortuna 2 su 2 in un mu in cui non dovrebbero servire… xD ) e appoggio anche il secondo Deathrite Shaman, dopo averne giocato uno il turno precedente. Non posso attaccare ma lui sta a 9 quando mena col suo Emrakul, the Aeons Torn contro i miei 4 pezzi + 4 lande. Mi sono tenuto appositamente alto di vite per poter stiflare annihilator e sopravvivere ai 15 danni di Emrakul, the Aeons Torn , lui è costretto a forzare stifle rimuovendo show e si porta a 8 vite, io tengo delver of secrets flippato e Gurmag Angler e mi aggiudico la partita. Grazie stifle!

Turno 6 – Roberto Sartini aka PaXxU con Thopter Miracles

Qui devo fare una doverosa premessa: conosco paxxu da una vita ed è una delle persone che mi hanno dato di più in tutti questi anni, sia sul lato del gioco sia su quello umano. Lo conosco da quando era magro e fidanzato, quindi parliamo veramente di tanto tempo fa :P Nel panorama eternal italiano è anche lui uno dei giocatori storici più conosciuti, un tempo amante di ugr (inventore di ugr faeries, alone faerie e altri mazzi di [Censurato] come robin che ovviamente ho giocato all’infinito perché veramente troppo belli e forti) si è purtroppo convertito a miracles, anche se tutto personalizzato e col mono ibra che non può mai mancare nelle sue build (crogiolo di mondi). You either die as a temur player or live long enough to become a miracle player… Come me ha smesso di giocare assiduamente ma resta sempre un avversario ostico, che sono certo mi regalerà mille momenti esilaranti! Ci accordiamo amichevolmente per uno split 60-40 per il vincitore e si parte.

G1: Parto molto veloce con delver of secrets, Deathrite Shaman e True-Name Nemesis, non entra mai veramente in partita grazie alle protezioni che mi permettono di portare a termine la mia race. Noto che gioca delle vulcaniche che una volta non aveva, segno che ha cambiato qualcosa nella side.

G2: Ci scambiamo qualche fioretto nei primi turni, io prediligo un approccio tempo al game considerando che ho un ottimo clock e Leovold, Emissary of Trest appena calato che lo blocca molto nelle sue opzioni. Scelgo di ignorare un jace appena calato per fare un attacco diretto che lo manderebbe morto il turno dopo, roby però trova la spada degli umili che assieme alla totteria risolta il turno prima gli permette di stallare prima e ribaltare poi il game. Questa partita si poteva vincere se non avessi sbagliato una giocata prima con surgical extraction, che potevo di fatto risparmiarmi a essere sinceri.

G3: Qui veramente si sono sprecate le risate devo dire! Premesso che avevamo intorno un capannello di 12-15 persone a vedere il match, e già l’ossigeno scarseggiava, per giocare veloci e non andare alla patta abbiamo veramente combinato di tutto. Roba che nello stesso tempo in una partita normale avremmo giocato 2 turni mentre qui ne abbiam fatti almeno 10. Io mi dimentico di aver giocato library il turno prima, paxxu non si shuffla via batterskull di brainstorm, io che ogni volta che uso mare cerco di mettermelo al cesso come se fosse un petalo di loto e così via xD In tutto questo io ho due delver of secrets che non si sono flippati per 3 turni di fila che mi hanno rivelato appunto library, e che il turno seguente a quello in cui paxxu appoggia totteria con mistica forgiapietra per spada mi rivelano null rod! Rod entra e blocca tutto il gioco di roby, Leovold, Emissary of Trest si aggiunge al party dopo un terminus miracolato e il jace appena calato di paxxu potrebbe sembrare un ottimo bersaglio per il mio attacco. Non mi lascio tentare, vado dritto costringendolo a risolvere il board il turno seguente. Uno stifle blocca terminus e riesco a vincere la partita!

Finita la partita ci rendiamo conto che la gente intorno a noi sta ancora ridendo per la foga del match, battute, controbattute di pessimo livello (mie per la maggior parte devo ammettere), insulti e pacche sulle spalle per tutti. Con Paxxu ci si diverte sempre! A questo punto viene annunciata la top8, presenti all’appello Luca Lovino aka Ivano con shardless bug (vecchia guardia anche lui nonché mio padre putativo), Paolo Buschi con appunto 4c Loam e Lorenzo Tassone con Omnitell.

Tutta la top8 vorrebbe splittare ma sinceramente il premio derivante da uno split in top4 sarebbe almeno doppio e ho voglia di puntare al titolo. Mi rendo conto che rovino un po’ la festa a tutti ma a volte giocare per la gloria ci ricorda anche lo spirito competitivo del gioco.

Top8 – Paolo Buschi con 4c Loam
Rematch contro Paolo, uno dei match up più difficili da affrontare della top8.

G1: sfrutto il seed più alto per partire, purtroppo devo essere sincero e ammettere che non ricordo molto della partita, credo che il deck sia andato in autopilot come già nell’altro game, ho un’immagine di me con doppio delver of secrets e True-Name Nemesis sul board mentre incrocio le dita sperando non peschi toxic deluge, che non arriva.

G2: questo game lo ricordo bene invece. Dopo un paio di turni a studiarci reciprocamente, mi ritrovo a slandargli una fonte di mana e vedendolo un po’ chiodato appoggio Gurmag Angler , gli wasto una seconda terra e in upkeep faccio surgical extraction sulla sua wasteland, sperando non abbia maze of ith e confidando su angler per portare a casa la partita. Sulla surgical extraction giustamente vedo maze of ith in mano di paolo e sbianco per la l’imprecisione che ho appena fatto e che mi costerà il game. La giocata giusta come fatto notare da Angelo Cadei aka wiky sarebbe stata surgical extraction post pescata e solo allora decidere se wastare o meno la sua fonte di mana in base al vedere se avesse in mano o meno il maze of ith. Io per abitudine ho slandato subito per lasciarli meno mana per giocare istant post pescata, ma in effetti istant a cc3 quel deck che io sappia non ne gioca, salvo magari degli anguished unmaking se proprio vogliamo trovare delle carte cc3, ma nessuno li gioca. E’ stato un errore di fatto, che ho pagato caro perché una volta stallata la mia race è riuscito a imporre il suo gioco con un cavaliere del reliquiario che rapidamente azzera i miei punti vinta non trovando io soluzione in tempo.

G3: game veloce ma molto interessante a mio parere. Apro veloce di delver of secretscon seconda terra in mano, wasto rapidamente una sua savana con la quale ha castato spiga su delver of secrets. Lui prosegue con mox diamond e karakas ma così non riesce a castare abrupt decay che ha in mano su mio secondo delver of secrets. Risolvo un seize su cui vedo 2 abrupt decay, cavaliere del reliquario, calice del nulla e spell che non ricordo. Decido di scartare calice nonostante la surgical extraction che ho in mano e che potrebbe risolvere il problema abrupt decay, ma che mi esporrebbe cmq a punishing fire topdeckato lasciandomi in ogni caso sotto lock di calice. In questa situazione mi si presenta un ponder importante. Wasto badland che è la sua unica fonte nera tolto il mox che ha a terra, precludendogli eventuali liliane. Situazione: mare e tropical in gioco, 4 carte nel cimitero, nessuna carta rilevante in mano nei prossimi 2 turni salvo surgical extraction. Il ponder mi rivela daze, Gurmag Anglere True-Name Nemesis che non posso castare per mancanza di terza landa. Se prendo Gurmag Angler posso fare surgical extraction su una sua carta al grave e andare in soglia grazie al ponder, permettendomi di fare Gurmag Angler subito e pescare daze a protezione. Il problema di questa giocata è che mi lascia scoperto un turno con lui che avrebbe avuto il turno precedente e quello successivo per pescare landa nera e probabilmente prendere un grosso vantaggio sulla partita. D’altro canto se non pesca landa nera ho vinto. L’alternativa è rimescolare e continuare la partita normalmente ma senza mettere pressione e dandogli tempo di trovare lande. Siccome delverdeck è una categoria di mazzi che ha bisogno di prendersi dei rischi, decido per la prima opzione. Faccio surgical extraction su calice e vedo liliana pescata il turno prima… faccio Gurmag Angler, passo, lui non pesca landa, io mi pesco il mio daze e vinco la partita!

Top4 – Big Red

A questo punto a me starebbe anche bene splittare tra tutti, ma a sorpresa Tassone vuole giocare la top4 a causa del match up favorevole contro il suo oppo con elfi. Mi accordo per un split 50-50 con il mio oppo anche per rispetto nei confronti dello split che avevo con Paxxu, in modo da garantirci una buona fetta del premio.

G1: Parto terra Deathrite Shaman, il mio oppo ha una brutta mano e propone ancient tomb, petalo, seething song, chandra, torch of defiance, fa due mana con l’abilità, blood moon. Concedo. Avevo pierce ma vai te a sapere cosa mi può combinare oppo con mazzo sconosciuto, pur avendo una vaga idea.

G2: Convinto che sia uno dragon stompy aggiornato, sido di conseguenza. Un thoughtseize mi rivela subito che si tratta in realtà di big red, un mazzo che si appoggia a sneak attack per chiudere con griselbrand o worldspine wurm! Di thoughtseize la scelta non è facile. Sono già in race di delver of secrets per fortuna e dopo una wasteland su sua tomba antica vedo che non ha fonte rossa se non scimmia in mano, sneak attack, blood moon griselbrand e wurm. Ci sono un paio di possibli opzioni, ma se levo scimmia e lui non pesca fonte rossa sono avantissimo sulla partita, avendogli levato tutte le giocate forti immediate. Così faccio, non pesca fonte rossa, propone griglia di difesa che risolve, io tengo 3 lande open e force attiva fino a che delver of secrets non chiude il game.

G3: tengo mano con 2 wasteland, fetch mare 2 ponder force. On the draw va benissimo perché mi permette di risolvere il suo palo fatto di primo. Lui mulla a 5 e parte tomba go, io wasto perché è la giocata che gli rende più difficile fare cose broken il turno a seguire, e giusto per smentirmi lui pesca e propone city of traitors, petalo, seething song, scimmia, inferno titan. Io forzo e lo lascio a una carta in mano! Faccio subito seconda wasteland per impedirgli di fare eventuali blood moon, calice o altro topdeck, lui non trova fonte di mana, io comincio a fare ponder, trovo clock e protezioni a manetta e mi trincero dietro una barricata di counters fino a che Vendilion Clique chiude la partita.

Finito il match altra gag infinita con Paxxu che non ha capito come funzionano da sempre gli split annidati, generando una serie pazzesca di risate e un casino così assurdo che i judge allontanano tutti quanti per far finire l’altra semifinale in pace (spoiler, tassone perde con omni vs elves mullando male). Questa cosa dello split con paxxu la capiranno solo il 40% dei lettori, o meglio il 40% del 50% dei lettori ha meno del 50% di chance di capire a cosa si riferisca il 40% del 50%, ma nel restante 50% vi chiederte cosa sto dicendo e che fine ha fatto il 60% se in realtà è un 10% del 50% oppure no.
Comunque alla fine resta assodato che non dovrò firmare della cambiali al termine del torneo.

Finale – Elves

Dico la verità, giunto a questo punto mi è venuta voglia di giocare il tutto per tutto, o la va o la spacca per titolo, gloria e premi! Tuttavia mi rendo anche conto che il divario tra 1000€ e 250€ non è poco, e offro cmq al mio avversario la possibilità di dividere i premi e giocarci titolo e gloria. Lui mi sorprende e dice che vuole giocarsi il tutto per tutto in un death match adrenalinico sotto ogni punto di vista. Io non sto nella pelle perché sotto sotto speravo rifiutasse la mia offerta così da giocarci veramente tutto quanto e spingendo la concentrazione al limite.

G1: parto sempre grazie al seed più alto e apro con terra Deathrite Shaman. Riesco a dazare un suo Glimpse of Nature, a cui però ne fa seguire un altro un paio di turni dopo, che son costretto a forzare. Stallo a terra con Deathrite Shaman mentre lui trova cradle, tenta gree sun's zenith da 8 per Craterhoof Behemoth ma forzo di nuovo. Lui non pesca carte particolarmente incisive e nel frattempo lo picchio con Leovold, Emissary of Trest, che lo costringe a bloccare con un elfo per poi riprenderlo di simbionte, mossa che mi permette di tenerlo sotto i 9 mani per eventuale gree sun's zenith da chiusura. Alla fine riesco a grindarlo di Deathrite Shaman, ma una remata che sembrava non finire mai!

G2: Passo i primi turni a fare una brainstorm dietro l’altra seguite da fetch, continuando a vedere sempre le stesse maledette carte, dico solo che ho visto tutte e 4 le brainstorm nei primi 3 turni; assicuro che non è piacevole affatto quando sei sprovvisto di clock. Finalmente sull’ultimo cantrip trovo uno Deathrite Shaman che mi permette anche di bloccare a terra i suoi elfetti 1/1. Faccio pierce su un Glimpse of Nature, lui paga e fa comunque tre elfi, non accorgendosi che con simbionte avrebbe potuto stappare driade riprendendo in mano un elfo e guadagnandosi una carta extra. Appoggio due delver of secrets e per farlo purtroppo sono infine costretto a sfetchare, cosa che avevo accuratamente evitato per non dare cibo al suo deathrite. Lui ne approfitta e mentre sono tappato risolve una blood moon inaspettata. A questo punto fatal push e abrupt decay che tengo in mano sono morte e mi appoggio alla race dei delver of secrets che flippati non gli lasciano molto tempo, visto che a difendere il terreno ho due ottimi Deathrite Shaman a bloccare. Lui guadagna un po’ di vite con i suoi Deathrite Shaman, e quando mena con tutto lascio passare i danni, in questo mondo stando lui a 4 e con solo una creatura al cimitero è morto matematico nonostante doppio Deathrite Shaman!

Nonostante l’adrenalina del match mi sento piuttosto calmo, ma decisamente felice per aver fatto il colpaccio e soprattutto per aver giocato veramente tutto quanto il torneo, chiudendo con 7 vittorie e 2 patte non intenzionali! Addirittura i judge si complimentano con tutta la top8 perché è la prima volta da tantissimo tempo che “il risultato finale non è una farsa” ma si è giocato veramente ogni match!

Stringo la mano al mio oppo che nonostante la sconfitta è felicissimo del risultato, dato che si tratta della sua prima top8 in assoluto!

Foto di rito con i mille gadgets forniti dall’organizzatore, che si merita veramente tutti i miei complimenti per aver mantenuto la griglia garantita nonostante l’influenza inferiore rispetto al preventivato. Dovrebbe essere una cosa normale mantenere un impegno preso, ma sappiamo bene che questa cosa non vale per tutti, quindi giusto lodare chi tiene fede alla parola data, bravissimi! Enrico ci regala pure la gag più bella del giorno scambiando Cadei per Biava, momento top!

E ora la parte che preferisco e che siete liberi di saltare :P

PROPS

- a STIFOL, grandissima carta
- a paxxu, sempre l’anima della festa e risate garantite oltre che una persona squisita
- a wiky e il suo tocco magico, che prima di ogni mano iniziale mi dava la carica per pescare le 7 carte giuste
- a boccia perché boccia, non necessita spiegazioni
- a andrea vaccarella che è un grandissimo, con lui si può parlare veramente di tutto
- a ivano perché non molla mai un colpo
- a catta, tasso, riva, bonanni e tutta quanta la vecchia guardia: sempre bello rivedervi
- a giorgia e le cicche acide: eccezionali!!
- a dozio perché metterlo negli slops era troppo scontato
- a orbitello perché grrr le cose
- a kosma che bravo campione col pet deck
- a mike che porta in alto a sua volta ciò che non esiste
- a buschi, avversario più tosto del torneo assieme a paxxu, anche se dice che drudi è più forte di me T.Tmatteo.blasi
- a borz e paride che fanno il tifo da casa
- allo staff arbitrale, a vec e chiasso in particolare, siete troppo estetici!
- e giusto per ricordarlo, all’organizzazione di nuovo, davvero impeccabili

SLOPS

- a me che muoio statistico da wasta di primo dopo aver fatto delver of secrets
- alla malavita organizzata che rovina la giornata a più di un amico

E con questo chiudo, grazie a tutti per aver avuto la pazienza e la bontà di leggermi fino a qui, alla prossima!

Spartan117

 

Commenti  

 
#2 ArabicLawrence 2017-04-17 14:51
Citazione L00g4:
Ciao! Una domanda: nel turno 5 hai scritto che nel g2 hai usato Stifle su Emrakul quando si è triggerato Annihilator...ma Emrakul non ha protezione dalle magie colorate? Teoricamente non sarebbe bersaglio non valido?

Il beraglio non è la creatura, ma l'abilità di Emrakul, la quale non ha protezione. Quindi la giocata è lecita :-)
Citazione
 
 
#1 L00g4 2017-04-16 22:28
Ciao! Una domanda: nel turno 5 hai scritto che nel g2 hai usato Stifle su Emrakul quando si è triggerato Annihilator...m a Emrakul non ha protezione dalle magie colorate? Teoricamente non sarebbe bersaglio non valido?
Citazione
 

Aggiungi commento

Solo i commenti degli utenti NON registrati sono soggetti ad approvazione ed antispam, quindi ricordati di accedere al sito dal pannello di Login in alto a destra.


Codice di sicurezza
Aggiorna