Seguici su FacebookspacerSeguici su TwitterspacerSeguici su Instagramspacer
Home ARTICOLI MODERN
Strategia - Modern, che mazzi portare ai PTQ? Stampa E-mail
darksteelArticolo di Federico alias Ubik

Con l'ormai stranoto (nonchè ennesimo) banning in Modern di Wild Nacatl e Punishing Fire, si è venuto a creare un formato completamente nuovo. Potrei scommettere che molti di voi avranno pensato: "ora che il mazzo aggro più consistende del formato è stato ridimenzionato, quale mazzo control posso montare?"

 

Wild Nacatl pur essendo una carta piuttosto importante per l'aggro Zoo, non credo sia insostituibile. Oddio, se me lo avessero chiesto un pò di tempo fà non avrei saputo rinunciarvi assolutamente, ma vedendo i tanti giocatori agli ultimi Campionati del Mondo portare archetipi come Bant, Jund od anche RUG, i quali non contemplano l'utilizzo della gatta, e fare una notevole prestazione, il mio cuore si sente sollevato.

 
Modern - Analizziamo insime il mazzo RUG Tempo Stampa E-mail
Sabato 31 Dicembre 2011
RUG TempoArticolo a cura di Andrea alias kurosaki_kun

Come ben noto, a metà Novembre si sono svolti i campionati mondiali , che hanno visto imbattutti cinque mazzi: il Martyr Proclamation di Alan Warnock, l' Affinity di Tzu-ching Kuo ,il Gift Control di Shuhei Nakamura , lo Zoo di Andrew Roistan e il RUG tempo di Scott Richards. Poichè si è già parlato dei primi due, e lo Zoo e il Gift Control non sono più gli stessi a causa dei ban della settimana scorsa, non mi resta che parlare del quinto, ovvero RUG tempo.

Innanzitutto partiamo con una list:

 
Strategia - Modern 2012, i mazzi che ci aspettano Stampa E-mail
modern introArticolo di Federico alias Ubik
 
Dove eravamo rimasti l'ultima volta? Ah si... e il campione del primo PT Modern è: Samuele Estratti! Questo accadeva più o meno 3 mesi fa, quando a suggellare il primo Pro Tour del neonato formato era stata la vittoria dell'italiano con il suo Splinter Twin ai danni di un Josh Utter Leyton (dato per vincente da molti) con Counter-Cat. Da allora ad oggi abbiamo visto tanto Standard e Legacy grazie agli SCG Open, il GP di Brisbane, quello di Hiroshima ed i Mondiali. Ma di Modern se ne è sentito parlare sempre molto poco. Non che il formato non interessi, ma secondo il mio punto di vista, data la corta storicità e il poco tempo dedicatogli, deve ancora attecchire nei cuori di molti giocatori. Ecco forse perché la WotC ha deciso che i PTQ della prossima stagione saranno svolti nel formato di cui andiamo a parlare ora.
 
Modern - Analisi dei mazzi più forti visti al Pro Tour Philadelphia Stampa E-mail
Lunedì 12 Settembre 2011
Arcbound RavagerTraduzione a cura di Federico alias Ubik

Il Pro Tour di Philadelphia è stata la miglior cosa che potesse succedere per il nuovo formato Modern. Quando ci siamo riuniti tutti al palazzo dei congressi dove si svolgeva l'evento, abbiamo iniziato a parlare e l'argomento principe è stato il mazzo 12 Post. Gli altri giocatori mi chiedevano se avevo intenzione di giocare quel mazzo oppure cercare di fermarlo con un altro archetipo. Ma la mia bocca è rimasta chiusa sull'argomento. La mia speranza era che il formato non si rivelasse una bolla di sapone nell'evento principe che lo vedeva protagonista. Sarebbe stato terribile per la WotC fare tutti quei banning e permettere a un mazzo di trovare vie alternative per "eludere la sorveglianza" e iniziare un nuovo orrendo dominio.

 
Strategia - Modern, primi passi nel nuovo formato Stampa E-mail
Giovedì 25 Agosto 2011

tarmagoyf modernTraduzione a cura di Federico alias Ubik

Con tutto l'interesse in questi giorni per lo Standard, combinato con il fatto che molti degli articoli attuali concernenti il Modern si concentrano sul mazzo Zoo e le varie combinazioni di Combo, penso che sia una buona idea guardare al formato da un punto di vista leggermente differente: quello di un qualsiasi giocatore che non ha tutte le carte necessarie per costruire un mazzo competittivo e non ha idea di come iniziare. L'interesse di questi giorni è focalizzato sullo Zoo, su mazzi Combo e su control molto costosi. Non è difficile quindi ntuire il perchè del fatto che molti giocatori non sono propriamente eccitati per l'avvento del nuovo formato. Il grande numero di carte poi, è un'ulteriore barriera a chi volesse accostarsi per la prima volta al Modern. Non è tuttavia difficile partire da zero, se si è a conoscenza delle tendenze dei tuoi avversari abituali.
 
« InizioPrec.31323334353637Succ.Fine »