Modern - Ghostway in tutte le versioni Stampa
Domenica 22 Febbraio 2015
ghostway intro modernArticolo di Alberto Mattarei - Orim 83

“Looking through MTGO Daily results, I happened to notice MIRO83's Ghostway deck, which looked pretty awesome” - Sam Black, 30/1/2015

“Melissa messaged me while she was at work and sent me a pretty sweet Modern deck that she thought I would be interested in. She was quite correct. [..] I'm actually looking forward to playing this deck more in the new Modern format, as I think with Birthing Pod out of the way, a deck like this could really shine” - Frank Lepore, 29/1/2015

Salve amici lettori! Con questo mio secondo articolo scritto per Metagame intendo presentarvi i molteplici e variegati sviluppi che in sordina stanno facendo sbocciare in Italia, e a quanto pare ora anche nel mondo, il Ghostway-Deck. Questo nome sicuramente ai più non dirà nulla, tuttavia in questi ultimi mesi la cerchia degli sviluppatori che stanno dietro a questo progetto si è progressivamente allargata, con interessanti risvolti in termini di competitività. Soprattutto alla luce del recentissimo ban di Birthing Pod questo tipo di deck potrebbe porsi come inaspettata scialuppa di salvataggio per tutti i giocatori rimasti orfani del tier 1 mandato ora in soffitta dalla Wizards. I possibili punti in comune non sono pochi, come potrete scoprire più avanti nel corso della lettura.

Ghostway è la carta che mi ha dato ispirazione per creare un mazzo basato sugli “ETB effects” delle creature: il goal è rappresentato dal vincere reiterando gli effetti innescati dall'entrata sul campo di battaglia di creature particolarmente efficienti. La sinergia chiave la si ha con Eternal Witness, in quanto la condizione di gioco ideale è quella di recuperare l'istantaneo bianco a fine turno, al fine di rigiocarlo ancora e ancora nel corso della partita.

Il bianco e il verde costituiscono dunque la base di colori obbligatoria per giocare il mazzo, detto questo noi sviluppatori siamo stati recentemente impressionati dalla grandissima libertà di deckbuilding che il core-plane regalava a ciascuno di noi. Questo articolo vuole essere un compendio delle principali declinazioni finora esplorate per questo mazzo, ancora in fase di gioventù, ma capace di soprendere in quanto a versatilità, divertimento di gioco e competitività (senza la quale di certo nessuno si divertirebbe!).

Trattandosi di un progetto di gruppo a più sfaccettature, come un fiore a più petali, questo articolo sarà suddiviso in capitoli, ognuno raccontato da un deckbuilder diverso. Prima di cedere la penna ai miei colleghi parto io coi primi due capitoletti.

1. CORE PLANE

Tutte le liste che seguiranno saranno accumunate da un nucleo centrale di carte.. Dato che Tarkir è il piano attuale di ambientazione di Magic lasciatemi dire che questo nucleo di carte è un po' come il nome del clan sotto le cui egidie ciascun duellante si appresta a combattere: ne definisce appartenenza e carattere di fondo.

Creature:path to exile altered

Istantanei:

Queste le carte in molteplici copie che costituiscono l'ossatura portante. Esse consentono di fare vantaggio carte pescando a più riprese al di fuori della normale fase di acquisizione o recuperando risorse dal cimitero.. questa è la strada maestra che si andrà sempre a percorrere, indipendentemente dalla particolare versione di mazzo giocata. Bonus aggiuntivo, Ghostway oltre a reiterare gli ETB effects delle creature potrà essere utilizzata per salvare tutta la truppa da sweepers o per rendere ogni nostro bloccante potenzialmente immortale.

Spesso in affiancamento ai dork a costo 1 molti di noi giocano anche il full set di Wall of Roots, e ciò principalmente per tirare prima una potente Chord of Calling. Tra i deckbuilders a sostegno di Wall of Roots in particolare si è contraddistinto Matricardi, osservando che Wall of Roots da solo ci permette di tirare Chord of Calling con X maggiorato di due, nonché di fare mana extra nel proprio turno come in quello dell'avversario. Il mana attingibile da Wall of Roots è inoltre reso subito disponibile dalla sua entrata sul campo di battaglia, sia stato esso lanciato dalla mano oppure ritornato dalll'esilio per effetto di Ghostway o Restoration Angel.

Detto delle carte presenti in molte copie, la presenza di Chord of Calling permette di arricchire ampiamente il mazzo inserendo creature in monocopia. Qui segnalo solo 3 creature “storiche” e ancora molto giocate, usufruibili in qualsiasi tipologia di mazzo voi scegliate per il fatto di essere giocabili anche in una semplice versione basilare GW.

- Magus of the Disk: qualcosa ci turba? Questo è un ottimo bottone di reset e diviene giocabilissimo in questo mazzo per due ragioni. La prima ragione è che con Corda della Convocazione lo si può far entrare a sorpresa nel turno del nostro avversario, idealmente in fase di fine turno o alternativamente dopo aver dichiarato i bloccanti ed averli quindi tappati per convocare. Il suo peggior nemico resta Path to Exile ma quantomeno sta al di sopra di Lightning Bolt e Abrupt Decay. La seconda ragione è che esso è pienamente in sinergia con la nostra carta peculiare: se dopo aver messo in pila l'abilità del Magus of the Disk ci riesce di risolvere Ghostway il dispiacere sarà solo a carico del nostro avversario, mentre a fine turno noi saremo ricompensati da una cascata di effetti ETB con Magus of the Disk ancora vivo e vegeto.

- Loxodon Hierarch: ecco un'altra carta che può rendere Magus of the Disk una carta monodirezionale! La stazza cospicua unita alla possibilità di sacrificarsi per rigenerare tutte le nostre creature fanno di questo lossodonte uno dei life-gainer più versatili.

- Reveillark: eminente rappresentante di quelle creature che, all'inverso, fanno qualcosa quando lasciano il campo di battaglia, questo elementale oltre che con Ghostway e Restoration Angel va a braccetto anche con Eternal Witness e Magus of the Disk. Qualora Reveillark dovesse finire in cimitero trovando qui le due precedenti creature ci sarebbe l'occasione di mettere in moto un interessante ciclo continuo di distruzione globale, innescato da Magus of the Disk e concluso dalla rediviva Eternal Witness a far tornare in mano proprio Reveillark.

Ma ora basta dilungarmi, ecco a voi nel concreto 5 diversi sapori di Ghostway!

2. CLASSIC GHOSTWAY

Molto semplicemente la storica versione base GW potenziata però da quel magnifico NOS che risponde al nome di Kiki-Jiki, Mirror Breaker.

Le versioni che seguiranno nel corso dell'articolo rappresentano tutte rami evolutivi di questo solido tronco. Esso fa poche cose ma le fa in semplicità. Non aggredisce in maniera spinta, non cerca fronzoli, punta a fare vantaggio carte affidandosi ad un design quadrato fatto di giocate semplici e sinergie immediate.
Può essere preso come una sorta di “Scuola Guida”, che permette di familiarizzarsi rapidamente con le meccaniche basilari dell'archetipo. Per far fare anche a questa storica lista il salto di qualità serviva ancora qualcosa e i miei colleghi lo scorso autunno me lo hanno indicato molto bene: Kiki-Jiki, Mirror Breaker!
Accenno brevemente che nel corso dell'ultima settimana di gennaio ho avuto per la prima volta occasione di utilizzare la lista performata in due Daily su MTGO, ottenendo in entrambi i casi il risultato di 3-1. La notizia si è sparsa al di là delle mie aspettative e sono usciti articoli firmati da Frank Lepore e Sam Black a riguardo. Il seme in Italia era già stato già piantato, tantè che Roberto Ferrami, appresa la nuova ban-list, ha finito velocemente di montarsi la mia versione, ottenendo subito con essa la Top8 al PPTQ di Latina in data 1 febbraio!

Buoni motivi per cui giocare Classic:

  1. Idee semplici e chiare
  2. Sinergia fra tutte le carte presenti
  3. Gusto vintage unito alla letalità propria di una combo

Classic Ghostway by Orim 83
Sideboard:


3. GHOSTWAY NAYA a cura di Vulcano1

Ciao a tutti, sono Mattia (sul forum Vulcano1) ed ho scelto di presentarvi le peculiarità di due delle varianti del mazzo Ghostway. Partiremo col Ghostway-Naya, ovvero la variante col rosso, da me personalmente ideata e sviluppata poi grazie al generoso contributo di mio fratello e di tutti i miei “colleghi” su Metagame. Della versione “Ghostway-Bant”, ovvero quella col blu, inizialmente sviluppata da Orim, torneremo a parlere poi in seguito.

In principio l’idea di una verione Naya mi è sorta dall’osservazione che entrambe le liste giocate fino a quel momento (GW e Bant) non erano particolarmente veloci a chiudere, e non si presentavano come “reattive” nei confronti di un avversario aggresivo, faticando a gestire la pressione nei primi turni. Avendo bisogno di risposte rapide ho naturalmente pensato al colore rosso: carte come Lightning Bolt e Lightning Helix avrebbero rimpolpato il reparto rimozioni. Una manabase a tre colori avrebbe inoltre permesso di caricare a 3 segnalini gli Engineered Explosives in maniera estremamente facile. Questi simpatici botti non solo stemperavano i grattacapi portati da mazzi aggressivi, ma a gioco avanzato si rivelavano essi stessi una seria minaccia per i nostri rivali. La sinergia esistente con Eternal Witness e la possibilità di reiterare l'effetto innescato della sciamana rendeva possibile sparare un botto a turno direttamente sull'avversario di turno!

La terza carta che mi è venuta in mente è stata il noto Kiki-Jiki, Mirror Breaker, sia per la facilità con cui esso può entrare in combo con Restoration Angel , sia per la forte sinergia esistente tra questo goblin e quasi ogni altra creatura giocata, grazie ai numerosi effetti ETB disponibili. E’ una carta talmente forte che in precedenza l'avevo inserita pure nella versione GW, pur senza avere le terre per evocarla, semplicemente affidandomi a Chord of Calling!

Altra carta per cui può valere la pena giocare Ghostway-Naya viene da Theros: Purphoros, God of the Forge. Questo simpaticone è praticamente irremovibile, come tutti gli Dei, e come tutti gli Dei può essere reclutato tramite Chord of Calling. Anche senza contare il suo effetto secondario di potenziamento alla forza delle creature, esso ci consente di spostare la race dalla nostra parte, semplicemente calando creature sul campo di battaglia. Se poi iniziamo a blinkarle con Restoration Angel o Ghostway tale procedimento diventa una win-condition, visto il numero di creature che normalmente abbiamo in campo.

Per la Side: segnalo Combust e Fulminator Mage, quest’ultimo è una valida risorsa contro Tron e Scapeshift.

Game-plan: Ghostway Naya ha un tipo di gioco più aggressivo rispetto ad altre versioni: se pure all’inizio il suo scopo sia quello di “contenere” l’avversario, già dal quarto turno si può pensare ad apparecchiare la combo, o in alternativa si inizia a sparare un botto a turno in direzione del nostro avversario, mentre gli angeli lo picchiano da sopra le linee nemiche.

Buoni mitivi per cui giocare Naya:

  1. Possibilità di vincere sparando a ripetizione sull'avversario con Lightning Bolt e Purphoros, God of the Forge
  2. Possibiiltà di scombare facilmente con Kiki-Jiki, Mirror Breaker
  3. Possibilità di interferire con le terre altrui in maniera importante

Ghostway Naya by Vulcano1
Sideboard:


Ghostway Naya by Matricardi
Sideboard:

4. GHOSTWAY ABZAN a cura di Sprite, V4Vendemmia

Ciao a tutti, oggi vorremmo presentarvi la versione del Ghostway che, anche alla luce del recente ban di Birthing Pod, potrebbe raccogliere molto interesse: Abzan Ghostway. Questa versione infatti condivide con Pod moltissime carte. Giocatori di Pod, prestate attenzione che non tutto è perduto! Abzan Ghostway è un mazzo che, parimenti a Pod, a grosse creature come Siege Rhino unisce potenti rimozioni come Path to Exile e Abrupt Decay. Proprio come Pod ruota principalmente intorno a creature dotate di effetti innescati alla loro entrata sul campo di battaglia, quali i già conosciuti Kitchen Finks, Eternal witness e Restoration Angel. Ora sospendete il vostro rammarico (per usare un eufemismo) causato dal ban di Birthing Pod e provate ad immaginare cosa può succedere quando a questo valido core di magie a cui siete affezionati si aggiunga una carta come Ghostway!

Con l'aggiunta del nero la versione Abzan offre l’accesso ad alcune delle carte più forti del Modern, guardacaso vecchie conoscenze dei giocatori di Pod:

  • - Abrupt Decay: in grado di eliminare qualsiasi permanente con cc inferiore a 3: da Liliana of the Veil a Tarmogoyf, da Delver of Secrets a Jeskai Ascendancy, eccetera eccetera. Cosa importante, il suo raggio d'azione va a toccare molti possibili haters, creatura e non, come Scavenging Ooze, Torpor Orb, Rest in Peace, Grafdigger's Cage, Blood Moon. Questa carta ci migliora di molto il match-up contro Twin rispetto alle altre versioni. Insieme con Path to Exile forma la migliore coppia di removal sul mercato.
  • - Siege Rhino: la new entry di Khans of Tarkir. Semplicemente enorme per il suo impatto sul board, con la sua stazza che tiene tranquillamente testa a Tarmogoyf. Fa Lightning Helix semplicemente entrando sul campo di battaglia e il suo effetto è talmente reiterabile in questo mazzo che è una win condition anche senza attaccare (perfido Sprite che giochi col topo!! ndOrim). Se poi contiamo che in questa versione di Ghostway si potrebbero giocare dalle 2 alle 3 Gavony Township il nostro rinoceronte potrebbe dire la sua anche senza la cavalleria!
  • - Orzhov Pontiff: carta che forse col prevedibile declino di delver perderà un po della sua importanza ed efficacia ma che puo risultare utile in certe situazioni.
  • - Fulminator Mage: molto forte contro i vari Tron e Scapeshift. La ricorsività per mezzo di Eternal Witness e Reveillark lo può rendere ancor più forte.
  • - reparto scartini: Thoughtseize/Duress ma anche Sin Collector, lo scartino coi piedi! La possibilità di blinkare il chierico numerose volte con Restoration Angel / Ghostway lo rende forse ancora più decisivo di quanto non lo fosse in Pod.
  • - Memoricide: insieme agli scartini, il nero porta in eredità anche questa carta, la morte di ogni combo.

Buoni motivi per cui giocare Abzan

  1. La forza bruta: questo è il mazzo ideale per scatenare tutta la potenza insita in Siege Rhino grazie al vero e proprio arsenale di carte a disposizione per reiterarne la potente abilità innescata.
  2. La solidità: come in ogni Abzan che si rispetti si hanno creature grosse e rimozioni tra le più efficienti del formato.
  3. L'attrattività: esso sicuramente eserciterà un forte richiamo verso tutti giocatori abituati a giocare Pod, che ora dovranno guardarsi per forza di cose attorno. Le numerosissime carte e gli aspetti strategici condivisi da Abzan Ghostway potrebbero fare in loro breccia.


Ghostway Abzan by Sprite
Sideboard:


Ghostway Abzan by V4Vendemmia
Sideboard:


5. GHOSTWAY BANT a cura di Vulcano1

Rieccoci qua, questa volta a parlare della versione che mi fece inizialmente innamorare di Ghostway (anche perchè all'epoca era l'unica sulla piazza). Bant è la versione a mio avviso più divertente da giocare tra tutte quelle proposte in questo articolo, soprattutto se siete amanti dei mazzi controllosi e versatili. Volete controllare senza limitarvi a lanciare le solite contromagie ed i soliti rimbalzini a destra e a manca? Non temete di pilotare un mazzo complesso qualora esso possa regalarvi partite sempre nuove? Amate il brivido della sfida? E magavi volete anche un mazzo che non punisca gli errori, offrendovi quasi sempre una possibilità di recuperare, e spesso di vincere le partite? Allora questa è la versione che fa per voi!

Ghostway- Bant è IL mazzo Tempo per eccellenza. Non avrete la combo della versione Naya, vi toccherà andare a stillicidio di danni tramite creature; non avrete la massiccia solidità dell’Abzan, che cala Restoration Angel e Siege Rhino a destra e a manca ... ma avvolgerete voi ed i vostri avversari in trame di strategia di cui difficilmente ci si potrà scordare!

Chord-of-Calling-alteredStavolta il Gameplane prevede di guadagnare tempo accumulando piccoli vantaggi l’uno sull’altro, fino a quando saremo in grado di soverchiare l’avversario. Sarà comune all'inizio non offrire grande resistenza mentre si bada a sistemarsi la manabase e a metter giù pezzi importanti per la successiva fase di controllo. Il primo di questi pezzi è di sicuro Coiling Oracle. Questo “innocuo” 1/1 è carta meravigliosa: ci fa fare un sicuro vantaggio-carte, pescando carte extra o mettendo direttamente in gioco una terra dalla cima del grimorio. In quest'ultimo caso nelle fasi iniziali della partita si ha spesso un vantaggio anche in termini di ritmo, venendo velocizzato il dispiegamento delle proprie risorse da un doppio land-drop.

Poi ci sono carte come Vendilion Clique, Spellskite ed Glen Elendra Archmage: sono note a tutti, credo, ed hanno effetti davvero comodi: guardare la mano dell’avversario (o la nostra) di secondo/terzo turno e togliere dal conto una minaccia (o una carta inutile) è sempre una giocata forte, ridirigere fastidiose rimozioni per salvare creature importanti pure, neutralizzare (magari a ripetizione) magie non creatura è devastante contro certi mazzi (compreso un eventuale mirror!).
Ma le carte più divertenti in quanto inaspettate vengono adesso:

- Phantasmal Image: drop a due capace di copiare qualsiasi creatura. Utile di per se per reiterare a basso costo effetti ETB di creature ben più grosse e costose, può in caso di necessità clonare potenti minacce altrui, rendendo pan per focaccia. Pensiamo ad esempio ad un Wurmcoil Engine che istantaneamente - Chord of Calling - fa la sua comparsa tra le file dei nostri potenziali bloccanti.

- Venser, Shaper Savant e Mystic Snake: questi sono i nostri “counter con le gambe”, comodi perché inaspettati il più delle volte. Costano un po’ è vero, ma facilmente noi arriviamo a poter tirare corde da quattro quindi non c’è troppo da preoccuparsi. Segnalo una particolare sinergia tra Venser, Shaper Savant e Restoration Angel, in quanto in situazione ideale questo abbinamento innesca un piano di “land-denial”, facendo tornare in mano all’avversario più terre in un solo turno, ogni turno (e giocando anche Melma Acida sono veri e proprio fuochi d'artificio, ndOrim).

- Lyev Skyknight: un comodo 3/1 volante a costo 3, molto fragile è vero, ma ha un effetto interessante perché trattiene un qualsiasi permanente non terra, indipendentemente dal costo. Se non fermato sono comunque 3 danni evasivi a turno che arrivano all’avversario. Carta molto forte contro mazzi che usano permanenti “pesanti” ed altrimenti difficilmente gestibili.

- Lavinia of the Tenth: la Star indiscussa di questo mazzo nonché il drop più alto come creatura: rappresenta l’essenza di questa versione. Di solito la voglio sempre tirare perché tende a “paralizzare” quasi del tutto il campo avversario. E’ reiterabile in mille modi ed è comunque un 4/4 con protezione dal rosso che picchia o para a nostro piacimento.

- Kira, Great Glass-Spinner: non avrà effetti di entrata sul campo di battaglia ma è una vera manna dal cielo contro quei mazzi che usano ed abusano di rimozioni e botti. Ovviamente è una carta da side.

Buoni motivi per cui giocare Bant:

  1. Possibilità di giocare 100 partite una diversa dall'altra, a grande vantaggio del divertimento
  2. Possibilità di controllare su tutti i fronti i piani di gioco del nostro avversario attraverso vari “tricks” di creature reiterabili
  3. Capacità di riprendersi dagli errori e dalla sfortuna, recuperando anche partite apparentemente perse

Ghostway Bant by Vulcano1
Sideboard:


6. GHOSTWAY PALI a cura di Orim83

Quasi in opposizione al Bant per quanto riguarda la varietà di creature sinergiche a Ghostway proposte, lì sta la versione Pali. Questa versione consente di partire MD con tanti paletti onnipresenti nelle side delle altre versioni: Spellskite, Qasali Pridemage, Scavenging Ooze, Aven Mindcensor, Linvala, Keeper of Silence.

Questa presenza nutrita di pali MD è stata pensata per massimizzare il numero di incontri giocati con almeno una o due risposte valide contro una determinata strategia nell'arco di tutti e 3 i possibili match. Detto in altri termini, per aumentare la percentuale di vittorie ottenibili in G1.
Effetto collaterale non da poco, questa scelta va a liberare cospicuo spazio in panca, spazio che può essere utilizzato per abbottonarsi al meglio contro metch-ups particolarmente ostici. In altri termini migliorare drammaticamente le percentuali di vittorie ottenibili in G2 e G3 contro mazzi che in G1 non riusciremo mai a contrastare. Tanti pali insomma, sia Main-deck che in Side.

Leggendo la side della lista-esempio che seguirà potete intuire facilmente almeno uno dei due archetipi da me scelti come bersaglio di hate nei mesi di dicembre-gennaio:

Avevo configurato i paletti della side per vincere sempre a mani basse su Burn e Goblins, archetipi che mi impensierivano allora in modo particolare. Si può notare che lo slot-fantasia dava un aiutino anche contro Scapeshift, Macina e Storm, in quanto c'era la possibilità di proteggerlo con le due Burrenton Forge-Tender!
Ognuno può riutilizzare questi molti slot per metagamizzarsi al meglio nella sua zona, scegliendo a quali tiers in particolare dedicare tutta la sua attenzione!

Buoni motivi per cui giocare Pali:

  1. Possibilità di avere risposte valide alle strategie altrui fin da g1 contro tanti tipi di mazzi
  2. Possibilità di personalizzare ampiamente la side considerando il proprio personale metagame

Fanta-Pali by Orim 83
Sideboard:

C'è ancora un fatto da considerare parlando di Ghostway Pali.. osservate bene la lista seguente, che ha ottenuto la Top8 al PPTQ di Borgosesia (Vercelli) del 31 gennaio 2015.

Ghostway by Domenico di Noia
Sideboard:

Questa a tutta l'aria di essere un incrocio tra ciò che rimane valido del vecchio Pod e una lista Pali di Ghostway! Chissà, forse Domenico si è ispirato proprio alla mia lista Pali per meglio trasportare il suo vecchio mazzo Pod, attratto dalla possibilità di continuare a giocare Maindeck carte quali Spellskite, Linvala, Keeper of Silence e Scavenging Ooze, oltre all'accoppiata Archangel of Thune + Spike Feeder.

A me e colleghi, leggendo la lista di Domenico, sono balzatate subito all'occhio sia l'eccessiva presenza di accellerini (probabilmente un residuo delle peculiari esigenze del Pod) sia la mancanza assoluta cantrip come Muro dei Presagi. Probabilmente l'innesto di questi ultimi in lista a spese dei primi completerebbe appieno il percorso di adattamento post-ban scelto dal buon Di Noia, rivelatosi già vincente!

CONCLUSIONI

“Ghostway è forse il mazzo piu personalizzabile di sempre” (cit. Matricardi)

Con questo bel ipse dixit si conclude qui la nostra rassegna su questo giovane e promettente archetipo per il Modern. Riuscirà esso a sfondare, in Italia come nel Mondo? Riuscirà nell'immediato a tamponare il senso di perdita che gli (ex)giocatori di Pod stanno sperimentando? Nuovi scenari si aprono e con essi nuove opportunità per coloro che si sentissero abbastanza audaci da accettare la sfida: far salire agli onori delle cronache un mazzo nuovo, completamente made in Italy, capace di divertire e sorprendente!

Un ringraziamento caloroso a tutti i miei stretti collaboratori, assieme siamo andati lontano. Forse il viaggio è solo all'inizio e chissà che in molti non si uniscano a noi. Per ora e per il futuro buone Fanta-fughe a tutti!

 

Articoli Correlati: (1) Report Modern - Top8 @ PPTQ Borgosesia con Ghostway (2) Report Modern – Top 8 @Modena Play con Ghostway Life