Seguici su FacebookspacerSeguici su TwitterspacerAggiungici ai Feed RSSspacer
Home ARTICOLI PAUPER Pauper - Decks To Beat Guide
Pauper - Decks To Beat Guide Stampa E-mail
Martedì 07 Agosto 2018
pauper meta_2018Articolo di Fabrizio Pucci alias Xardian7

Salve a tutti! Sono Fabrizio a.k.a Xardian7 (mi trovate su mtgo se vi va!) e sono un pauper player dai tempi immemori di FissurePost. Oggi, per la prima volta su metagame, scrivo per parlarvi di Pauper. Il formato è in crescita esponenziale e pare mantenere le caratteristiche che lo stanno rendendo famoso: è economico, vario e soprattutto un formato dal clima sereno senza stress e piacevole da giocare. Il formato presenta leggere differenze tra il metagame online e quello dei tornei italiani. In questo articolo non solo presenterò il formato per chiunque fosse interessato ma porrò l’accento su questa differenza.

 

 

Guardiamo insieme la tier list presentata da Goldfish (19.07) ed il metagame dell’ultimo Paupergeddon (Firenze 24.06 edizione 9):

 

Goldfish
Paupergeddon
UR Delver
Boros Monarch
Boros Monarch
UR Delver
Tron
Affinity
Burn
UB Alchemy
Elves
Tron
Inside Out/UR Kiln
MBC
Affinity/Bogles
Stompy/Elves/Inside Out

 

Come si può notare subito nella penisola Affinty è un deck sempre molto presente così come i midrange/control a base UB. Online invece la tendenza è quella di giocare archetipi più diretti come Elfi o Burn. In ogni caso i deck più giocati, e più performanti, del formato sono 2: UR Delver e Boros Monarch.

Il Decks To Beat

UR Winter Delver è un midrange capace di non avere matchup orribili grazie alla possibilità di giocare sia proattivamente che reattivamente. Questa qualità di giocarsela contro ogni avversario lo ha spinto verso la vetta del formato, come dimostrano anche i tornei americani di giugno (SCG Classic e Side event al GP Las Vegas) con ben 6 deck su 8 in top4.


UR Winter Delver by pokerswizard
Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

I punti di forza del deck sono certamente due:

  • L’interazione tra Spellstutter Sprite / Augur of Bolas. + Ninja of the Deep Hours permette di avere un vantaggio carte e portare a casa un po' di danni in maniera molto consistente. Inoltre permette di riutilizzare un counter per spell a basso costo.
  • Delver of Secrets è ovviamente la minaccia per eccellenza del deck. Non è fondamentale come nella versione mono-blu, il deck non si basa sul proteggerlo, ma resta un ottimo modo per insegnare la tabellina del tre al proprio avversario.

Il comparto removal si basa su Lightning Bolt e Skred che tengono creature fastidiose ben riposte nel cimitero avversario, infiniti Cantrips come Ponder, Preordain e Brainstorm ( reso perfetto da Ash Barrens e Augur of Bolas) permettono di scolpire la mano come una statua greca ed infine Gush permette vantaggio carte, mentre a fornire selezione e board presence ci pensa Augur of Bolas.

Il deck è certamente molto forte e un’ottima scelta per un meta vario come quello Online. In Italia dove la presenza di Boros e midrange è molto più alta e si tende a molto contro i tiers (basti vedere le decklist della top8 del Paupergeddon per trovare Electrickery di main praticamente in ogni deck che può giocarla) è una scelta che può non pagare. Il maggior pregio del deck è, nella mia modesta opinione, quello di essere molto solido e recuperare molto bene da delle giocate non ottimali.

Hail to the King

Boros Monarch - Netdeck
Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Boros monarch è l'altro tier 1 del formato. Un deck che, come UR delver, può giocare proattivo grazie a Glint Hawk e Kor Skyfisher, accompagnati da Lightning Bolt e Galvanic Blast o reattivo utilizzando i suddetti botti come removals e difendendo la Corona donata gentilmente da Palace Sentinel (Monarch token) con un board importante. Il deck dispone inoltre di un ottimo motore di vantaggio carte grazie al Sasso into sasso (Prophetic Prism o Alchemist Vial + Kor skyfisher che riprende un artefatto e lo si rigioca) e probabilmente la miglior side del formato. Custodi squire o Seeker of the way danno impronte molto diverse, ma parimenti forti, al deck.  In italia il mazzo più giocato e secondo la mia opinione il miglior deck del pauper. Probabilmente non giocato così tanto online per via del costo, ma per capacità di adattamento alla partita e al metagame è sicuramente una spanna (assieme a UR Delver) su tutto il formato.

E il resto? Ci sono tanti mazzi viabili in pauper, il problema è che tutti i deck, dai tier 1.5 in giù, hanno alcuni, se non molti, matchups che sono estremamente positivi o estremamente negativi. Questo ovviamente rende meno efficace il deck che, a seconda di cosa si trova davanti durante il torneo, può fare un buon risultato come un pessimo risultato. Ovviamente tutto questo è mediato dall'abilità del pilota nel saper gestire i MU e nel saper leggere bene il meta. Poi se si vince la medaglia d'oro nello slalom gigante (di matchups negativi) tanto meglio! A questo punto, essendo molti i decks da dover illustrare, partiamo da quelli più presenti al Paupergeddon 9:

Go big or go home

Ghostly Fliker Tron è un archetipo che varia molto a seconda della tipologia di gameplan che vogliamo adottare. Le principali sono Dinrova Tron e Murasa Tron:

Dinrova Tron by Xardian7
Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Dinrova Tron è un deck a metà strada tra un value e uno stax. L’obiettivo finale è quello di creare un vantaggio board con l’interazione tra Ghostly Fliker + Mnemonic Wall + Dinrova Horror, per arrivarci sfrutta le Moment’s Peace.

Murasa Tron by Da Rin
Top 4
Pauper - Top 4 Paupergeddon
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Murasa Tron è la versione control dell’archetipo. Ha la possibilità di avere pezzi di interazione a basso costo come Lightning Bolt e Flame Slash e un late game molto forte grazie a Pulse of Murasa, Mulldrifter e Mnemonic Wall, trovando in Rolling Thunder un ottima chiusura.

Mono Nero Mazzo Vero

Online completamente scomparso, soppiantato nel gameplan dai tier 1, in Italia resta un deck giocatissimo. Midrange storico dotato di alcune peculiarità che lo rendono ancora giocabile, nonostante abbia un vantaggio carte molto minore rispetto ai due tiers: Cuombajj whitches, Crypt Rats e l'infinità di spot removal a disposizione lo rendono un temibile avversario, soprattutto per i deck basati sulle creature. Gray Merchant of Asphodel è lo swing necessario a ribaltare la race e vincere. Personalmente, non lo giocherei mai senza Thorn of the black Rose nelle 75.

Mono-Black Control by Josh Worth
[Pauper Top 16] SCG Classic Roanoke - 9 - 10/Giu/2018
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Oubliette è una carta che da sempre viene giocata in questo archetipo, ho volutamente scelto una lista che non la presenta perché non la reputo una carta forte in questo metagame dove un removal a costo 3 sorcery non è valido nonostante aumenti la devozione al nero di 2.

Alchimia Portami Via

UB Alchemy è sicuramente il deck di riferimento per chi vuole giocare Dimir, pur essendoci varie versioni di UB, punterei a questa come build più performante. La capacità di giocare molto bene reattivamente e un pò anche di giocare proattivamente quando serve, che come avrete capito è fondamentale nei midrange, rende questo deck molto appetibile paragonato ad altre scelte (UB Flicker e UB Teachings). Counterspell, Doom blade sono ottime risposte per quasi tutte le minacce, vantaggio carte dato da Mulldrifter e Probe, selezione data da Forbidden Alchemy che viene sfruttata a dovere da Gurmag Angler.


UB Alchemy by hjc & Xardian7
Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

MirrodinStandard.deck

Affinity è un evergreen del pauper. Mazzo che trova i suoi punti di forza nel giocare 4/4 a costo praticamente nullo come Myr Enforcer e Carapace Forger oltre ad avere una combo in Atog + Fling che contro molti deck può essere un out molto importante. Da Kaladesh è arrivato Gearseeker Serpent.


Affinity by anonsloth
Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Online invece alcune strategie molto più dirette sono preferite dai giocatori per affrontare le leghe e le challenges.

GreenPride

Elfi è un deck che si è fatto largo nel pauper dopo la stampa di Lead the Stampede. Wellwisher, Timberwatch Elf, Lys Alana Huntlaster ed Elvish Vanguard sono le minacce principali a cui dovrete far fronte se non volete essere sommersi di 1/1 che all'occorrenza diventano dei 150/150 non bloccati.


Elves by lollerstank
Artifacts (1):
1 Viridian Longbow

Sorceries (4):
4 Lead the Stampede

Lands (13):
13 Forest

Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

One Shot Combo

UW Tribe (Inside Out) e UR Izzet Blitz (o come preferisco Izzet Spritz) insieme rappresentano una fetta non trascurabile del meta online. UW tribe è stato magistralmente pilotato verso la top8 nel Paupergeddon di Firenze, ma a livello di metagame i numeri del deck lo relegano, a livello italiano, uno step dietro i deck illustrati prima. Li metto insieme perché, pur essendo molto diversi e le risposte da utilizzare contro questi deck sono diverse, il loro obiettivo è lo stesso: Danni letali in un colpo solo. Il primo presenta tantissimi cantrip e counterspells per proteggere la combo Tireless Tribe +Inside Out (+ Shadow Rift) e ha il vantaggio che Tireless Tribe prima di entrare in combo può proteggersi da sola da spell che infliggono danno. Izzet Spritz si basa invece su un numero superiore di creature Kiln Fiend e Nyvix Cyclope per chiudere la partita grazie a Temur Battle rage, dopo aver giocato un numero sufficiente di spells.

UW Tribe by Pietro Bragioto
Pauper - Top4 Paupergeddon Firenze
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15


UR Izzet Spritz by Amoras27
Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

BAARN

Fare 20/21 danni prima che l'avversario mi uccida tramite solo carte rosse è la passione di molti giocatori. Online l’archetipo sta diventando giocatissimo, come presenze al momento (19.07.18) è certamente un tier 1.5. La stampa di Ghitu Lavarunner e Thermo-Alchemist ha dato al deck una spinta importante.

Burn by Xardian7
Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Ora parliamo di quei deck che online sono molto giocati ma che in Italia solitamente fanno fatica, nel meta odierno, ad uscire. Turno 2: BTE into BTE into BTE into Nest invader, prego vai.
MonoG stompy è un deck in fase calante sia in Italia che Online. A causa di tante strategie lineari più veloci o difficili da battere come Elfi, il deck sta retrocedendo molto nelle gerarchie online. In Italia storicamente è sempre stato un deck sottostimato e sotto-giocato e anche a quest’ultimo Paupergeddon, in un meta non del tutto sfavorevole, non è stato giocatissimo. Il deck infatti è molto rapido nel proporre minacce e resiliente ai removals, grazie a Burning-Tree Emissary il deck può presentare dei turni 2 molto pericolosi, Vines of Vastwood funge sia da pump spell che da protezione, inoltre la mini-combo Silhana Ledgewalker + Elephant Guide / Hunger of the Howlpack è temibilissima.

Stompy by _DissonancE_
Enchantments (8):
4 Elephant Guide
4 Rancor

Instants (8):
4 Hunger of the Howlpack
4 Vines of Vastwood

Lands (17):
17 Forest

Pauper - Deck To Beat
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

Il metagame italiano e quello online come visto, presentano notevoli differenze, in linea generale si può affermare che il metagame italiano sia basato molto di più su midrange e decks interattivi, differentemente da quello online dove, al di sotto dei tier 1, si preferisce giocare mazzi non interattivi come Elfi o Burn. Se siete arrivati fino a qui, vi ringrazio molto e spero che sia stata una bella lettura sia per chi già conosce il Pauper ma soprattutto per chi non abbia idea di cosa sia questo formato!

Con affetto, Xardian7

 

Commenti  

 
#3 HellGabo 2018-10-02 08:49
Ciao!
come la vedi nel mazzo affinity al posto di "Relic of Progenitus" "Tormod's crypt"?
Più o meno hanno la stessa funzione, ma le ho già in un'altra side...

Grazie mille!
Citazione
 
 
#2 ArabicLawrence 2018-08-08 15:58
Citazione Enrico Tognarini:
Curiosità: chi vince il mirror tra i 2 decks to beat? Boros o Izzet? Senza conoscere per niente il pauper forse Boros è avvantaggiato, ma potrei sbagliarmi

Se ti riferisci a UR Delver, Boros è avvantaggiato. Quasi tutte le creature di Boros bloccano le minacce di UR
Citazione
 
 
#1 Enrico Tognarini 2018-08-08 10:15
Curiosità: chi vince il mirror tra i 2 decks to beat? Boros o Izzet? Senza conoscere per niente il pauper forse Boros è avvantaggiato, ma potrei sbagliarmi
Citazione
 

Aggiungi commento

Solo i commenti degli utenti NON registrati sono soggetti ad approvazione ed antispam, quindi ricordati di accedere al sito dal pannello di Login in alto a destra.


Codice di sicurezza
Aggiorna