C13 - Occhio del Fato / Eye of Doom - Exclusive Preview Stampa
Martedì 15 Ottobre 2013
Eye-of-Doom-Intro

Articolo di Goharoth
 
Salve a tutti, e benvenuti alla presentazione della carta preview in esclusiva del nuovo Commander 2013 di Metagame.it - per chi non lo sapesse, il 1 Novembre di quest'anno uscirà un nuovo prodotto dedicato al Commander, con 5 nuovi mazzi contenenti ben 51 carte inedite al proprio interno (ne parliamo giusto QUI, nel topic dedicato di discussione). Prima di rivelarvi la carta nella propria interezza, "spilliamola" pezzo per pezzo.
 
 

 

Immagine001

 

Artefatto, costo abbordabile - le premesse sono buone. Il nome è molto curioso - in inglese, tra parentesi, si chiama "Eye of Doom". Pensando a Theros, e alla Triade delle Moire, ancor prima di leggere il testo una mezza idea su cosa poteva fare ce l'avevo... Andiamo avanti.

 

Immagine002

 

Come era facile immaginare, riguarda i segnalini "destino" - gli stessi che mettono sia la Triade delle Moire che la Pietra dell'Oblio. Da notare che questa mette "automaticamente" i segnalini quando entra, ma è purtroppo ogni giocatore che sceglie quale permanente non terra ne sarà beneficiario. Però... se mette i segnalini significa che li sfrutterà per qualcosa. Vediamo per cosa, con l'immagine delle carta nella sua interezza:

 

Metagame-Eye-of-Doom

 

Signore e signori, ecco a voi l'Occhio del Fato. Per certi versi, questa carta è una sorta di Pietra dell'Oblio al "contrario": distrugge infatti ciò che ha i segnalini "destino", invece di garantirgli la salvezza. Il problema grosso è che i giocatori scelgono chi guadagnerà il segnalino "destino" SENZA limitazioni - ovvero non sono relegati al proprio campo di battaglia.

Questo aspetto è la spada di Damocle che uccide la giocabilità di questa carta: nessuno vieta ai vostri avversari di scegliere solo permanenti presenti sul vostro campo di battaglia, e il rapporto uno (la vostra scelta) VS molti (quelle degli avversari contro di voi) è decisamente rischiosa e, salvo costruzioni particolari, poco fruttuosa. In soldoni, sempre salvo costruzioni particolari, questa è una classica carta "politically (un)correct" da multiplayer: grazie a essa date infatti a tutti la possibilità di scegliere un bersaglio da nuclearizzare.

Siamo quindi in un contesto quasi fun, probabilmente lontani dal competitivo... salvo, appunto, costruzioni particolari. In primis, giocare questa carta seguita da Pietra dell'Oblio, specie dopo che gli avversari si sono accaniti contro di voi, può essere una mossa molto cattiva e astuta. Altra utilità può essere quella in mazzi basati sul cimitero, o che giocano con sinergie basate su di essi - pensate, ad esempio, a Karador, Capitano Fantasma: nei mazzi capitanati dal centauro spirito del primo Commander, le creature si trovano a proprio agio sia fuori che dentro il cimitero, ma far precipitare nuovamente sotto metri di terra quelle che fanno effetti quando entrano sul campo di battaglia può essere un ottimo sistema sia per "pagare meno" Karador stesso, sia per sfruttare nuovamente tali effetti quando queste verranno giocate dal cimitero.

Oppure, pensate ad una delle sinergie pi√Ļ naturali - quella con la Triade delle Moire. A seconda di cosa viene bersagliato potrete letteralmente sceglierne il destino grazie a questa creatura leggendaria di Theros, e divertirvi cos√¨ a terrorizzare tutto e tutti.

Non è purtroppo il massimo della giocabilità, ma è sicuramente una carta divertente da giocare. Buona nuclearizzazione a tutti! ;-)