Seguici su FacebookspacerSeguici su TwitterspacerAggiungici ai Feed RSSspacer
Home ARTICOLI MODERN Rubapensieri e Spinte Fatali - Parte 4: Traverse Shadow
Rubapensieri e Spinte Fatali - Parte 4: Traverse Shadow Stampa E-mail
Lunedì 26 Febbraio 2018

Death’s Shadow è una strategia che può utilizzare letteralmente qualsiasi combinazione di colori in Magic (fintanto che almeno uno di essi sia il nero). La settimana scorsa analizzai Grixis Death’s Shadow. Ma, visto che l’obiettivo principale di questa serie di articoli è quello di trovare i modi migliori per utilizzare le carte migliori di Modern, sarebbe negligenza fermarsi a solo una delle possibili combinazioni di colori di Death’s Shadow.

Oggi analizzerò l’archetipo che chiamo Traverse Shadow. Uso questo nome per raggruppare tutti quei mazzi B/G/x Death’s Shadow che utilizzano Traverse the Ulvenwald e Tarmogoyf. Questo gruppo include i mazzi conosciuti come Jund Death’s Shadow, 4-color Death’s Shadow e 5-color Death’s Shadow. Ma, chiaramente, se sei il tipo di giocatore a cui piace spezzare la monotonia, non c’è bisogno di sentirsi limitati da queste configurazioni specifiche. L’anno scorso giocai Abzan Death’s Shadow al GP San Antonio. Sultai Death’s Shadow è un mazzo interessante che ha visto dei buoni risultati, e “4-color” Death’s Shadow potrebbe essere G/B/w/u, G/B/w/r o G/B/u/r.

Prima di andare ulteriormente oltre, vi offro la lista che raccomanderei, che non è nel modo più assoluto l’unico modo di costruire Traverse Shadow.

Traverse Shadow by Reid Duke
Modern Deck
ndr.
-
Details
Main Deck: 60
Sideboard: 15

La mia versione attuale è un 4-color che gioca G/B/w/r. Tra le mie scelte interessanti ci sono un Grim Flayer e una Lingering Souls per aumentare la concentrazione di minacce, una settima terra “sfetchabile” (e seconda terra base), e una Liliana of the Veil perché… bè, perché è una delle carte che preferisco del formato e voglio giocarla, se possibile.

Ciò Che Offre Ciascun Colore

Discutere delle carte individuali sarebbe prematuro adesso. Se siete come me e state facendo fatica a trovare un mazzo da portare al prossimo torneo Modern, la prima cosa da decidere è la combinazione di colori che si vuole giocare.

Il nero non ha bisogno di essere discusso perché non puoi giocare Death’s Shadow senza di esso. Ti offre Thoughtseize e Fatal Push, ed è il cuore di questa serie di articoli.

Il verde è ciò che distingue Traverse Shadow dai mazzi Death’s Shadow U/B/x basati su Snapcaster Mage. Rinunciando al potere costante di Snapcaster Mage, ottieni la capacità di essere pulito e consistente. Traverse Shadow fa praticamente le stesse cose in ogni partita, e la tua mano iniziale spesso fornisce tutti gli strumenti che servono per vincere.

Tarmogoyf e Death’s Shadow sono di gran lunga le due migliori minacce di cui questo archetipo dispone. Il mazzo non funzionerebbe con 8 sole creature, ma c’è un grande calo di potenza una volta passati oltre queste due carte. Ed è qui che entra in gioco Traverse the Ulvenwald. Rappresenta copie extra delle tue carte più importanti, e Death’s Shadow è comunque incredibilmente meglio rispetto a qualsiasi altra cosa potresti scegliere, anche se costa un mana in più. Come bonus, Traverse the Ulvenwald porta a delle ottime configurazioni post-sideboard dove puoi cercare creature specifiche e particolarmente efficaci per il matchup che stai affrontando.

Il rosso offre Temur Battle Rage, che contribuisce alle pescate più forti di questo mazzo. Ti permette di fare a “gara” con mazzi non interattivi come Storm o Tron. Ugualmente importante, ti permette di vincere la partita ignorando fastidiosi bloccanti come Lingering Souls, Bitterblossom, Kitchen Finks e Etched Champion, che sarebbero altrimenti carte molto problematiche per l’archetipo.

Terminate è un miglioramento marginale rispetto a Dismember, Murderous Cut, Victim of the Night o qualsiasi altra rimozione giocheresti in una versione non rossa.

Personalmente, la carta che più mi spingerebbe a giocare rosso è Ancient Grudge nella sideboard. Lo preferisco parzialmente a Stony Silence perché non disabilita le tue Mishra’s Bauble. Ancient Grudge è diventato estremamente prezioso ora che Lantern Control è diventato un mazzo più popolare e più “vincente”. A differenza di altri modi per distruggere artefatti, non hai effettivamente bisogno di pescare questa carta perché si riveli forte nel matchup.

La più grande offerta del blu sono le magie di “autorizzazione”, per diversificare le tue magie di contrasto contro i mazzi combo. Come Temur Battle Rage, Stubborn Denial è una potente carta che calza a pennello nell’archetipo, e che rende le tue buone pescate ancora più difficili da battere. Questa carta, insieme a Disdainful Stroke o qualsiasi altro counter che potresti inserire nella sideboard, ti aiuta a chiudere la partita contro i mazzi combo e ramp.

Il bianco è il colore che sono più restio a non giocare. Potrebbe sembrarvi strano, dato che è quello che offre di meno (o addirittura nulla) al main deck. La sua funzione, infatti, è quella di migliorare le chance contro i mazzi “onesti” dopo la sideboard. Lingering Souls e Ranger of Eos (uno dei bersagli “succosi” per Traverse the Ulvenwald che ho menzionato prima) migliorano incredibilmente la capacità di vincere una partita lunga, e giocano contro le magie di rimozione singole di cui i tuoi avversari si imbottiranno per poter battere la tua strategia.

Senza il bianco, i mazzi “onesti” sarebbero matchup orribili per Traverse Shadow. Con il bianco, hai una discreta (se non buona) possibilità di vincere gli pseudo-mirror match dopo la sideboard. Non mi piace presentarmi ad un torneo Modern ed essere svantaggiato contro altri mazzi midrange. Ma la presenza di mazzi midrange, attualmente, potrebbe essere ad un suo minimo storico. Quindi, se c’è un momento in cui accettare un rischio calcolato per puntare di più ai matchup “disonesti”, questo potrebbe essere quello giusto.

Quanti Colori Dovresti Giocare?

Indipendentemente dal numero di colori scelto, un mazzo Death’s Shadow sarà costruito attorno ad una mana base formata da fetch e shockland. Non ti interessano terre incolori o animabili (tranne forse una in mono-copia, se sei quel tipo di giocatore). Questo rende gli “splash” molto più facili.

O meglio, li rende facili, ma non gratuiti. Una cosa molto importante da ricordare è che Traverse Shadow è progettato per funzionare con un numero molto basso di terre, e che quasi tutte quelle terre devono produrre mana nero.

Innanzitutto, immaginati con una mano che comprende una fetch e Traverse the Ulvenwald. Questa dovrebbe essere una mano completamente funzionale, se hai costruito il mazzo attorno a questa strategia. Ma è molto probabile che dovrai scegliere una Overgrown Tomb con la tua fetch. Non esiste che tu abbia una Pianura, una Montagna o un’Isola nel mazzo, quindi Traverse the Ulvenwald non potrà aiutarti a “fixare” i colori. Quindi, se il tuo mazzo (o, più nello specifico, le carte nella tua mano) si concentra sul verde e sul nero, va benissimo. Se la tua mano presenta diverse carte fuori da questi colori e in più colori diversi, allora è probabile che non vada proprio bene.

Un altro problema sorge dal fatto che questi mazzi solitamente giocano solo poche carte per ciascun colore aggiuntivo. Se peschi un Terminate puoi sfetchare per una Blood Crypt, se peschi Stubborn Denial puoi sfetchare per una Watery Grave… nessun problema, giusto? Il vero problema sorge quando sei costretto a fare queste scelte prima di pescare effettivamente la magia in questione. Ti basteranno solo un paio di partite durante le quali peschi Terminate al topdeck, osservi un campo senza mana rosso e non puoi uccidere il Champion of the Parish avversario prima di iniziare a valutare delle mana base più tradizionali. Per questo motivo, credo che ogni colore “splashato” in più comporti un costo sempre maggiore.

Credo anche che giocare solo 2 colori sia troppo poco. È bello poter sfetchare per Overgrown Tomb ogni volta senza doversi preoccupare, ma le opzioni per la sideboard vengono troppo limitate quando si gioca il classico B/G.

All’altro estremo, penso che giocare 5 colori sia troppo “avido”. Non fraintendetemi, il mazzo funziona, e il tuo mana andrà bene l’80% delle volte. Ma bisogna chiedersi se si ottengono dei veri benefici nonostante il costo non proprio modesto di questa scelta. I mazzi combo si possono battere anche senza Stubborn Denial. Temur Battle Rage è una carta forte, ma anche dalla alta varianza. Non puoi scegliere solo una delle due opzioni? Dopotutto, le mani iniziali che le vedono entrambe possono essere molto strane.

Realisticamente, 4 colori sono la scelta giusta per Traverse Shadow. Io continuerò a giocare con delle liste tricolori perché adoro le terre base e le mana base tradizionali. Ma vi prometto che 4 colori lavorano molto bene, fornendo accesso a più strumenti e ad ottime opzioni di sideboard. Scegli i colori che pensi possano risultare più utili.

I Matchup

Traverse Shadow è più veloce e consistente nei primi turni (Nota: soltanto nei primi turni) rispetto a Grixis Shadow. Può fare a pezzi la mano dell’avversario e produrre una minaccia che picchia fortissimo entro i primi tre turni di gioco, mentre Grixis deve spendere un turno in più per usare dei “cantrip” prima di poterlo fare.

Grazie alla sua velocità e forza, credo che Traverse Shadow abbia il maggior numero medio di vittorie in Game 1 rispetto a qualsiasi altro mazzo Black Midrange. Mi piace anche che sia posizionato bene in quei matchup in cui conta fare una “race”.

Il rovescio della medaglia è che ha meno vantaggio carte ed è il più vulnerabile alle rimozioni singole, a Leyline of Sanctity e all’”hate” sul cimitero. Questo lo rende un po’ più simile ad un “cannone di vetro”, e quindi meno avvantaggiato nei mirror match contro altri midrange. E puoi compensare solo un certo numero di queste debolezze dopo la sideboard.

Buoni Matchup

  1. Storm. Il “clock” più veloce tra tutti i mazzi Black Midrange ci aiuta non poco qui. Se giochi sia Stubborn Denial che Temur Battle Rage, allora sei preparato al meglio.
  2. Hatebears e Infect. Creature giganti e rimozioni efficienti si mangiano sempre a colazione questi mazzi.
  3. Affinity e Lantern. Questi matchup dipendono dalla tua sideboard, ma non c’è ragione per la quale non possano risultare favorevoli. Ancient Grudge dà il proprio meglio contro Lantern, e potrei anche giocarne una terza copia. La lista che vi ho proposto è debole contro Etched Champion, quindi potreste considerare Kozilek’s Return, Drown in Sorrow o Flaying Tendrils per aggiustare un po’ il tiro. Se opti per Stony Silence, abbinalo ad un Kataki, War’s Wage tutorabile per punire veramente questi mazzi.

Matchup “Onesti” (Vicino alla Metà Via)

  1. Umani e Mazzi Collected Company. Un classico matchup in cui le tue carte sono più efficienti e potenti individualmente, ma il tuo avversario presenta più sinergia e la capacità di travolgerti se non tenuto sotto controllo durante il midgame. Cerca di limitare le loro risorse e costringerli a “chump-bloccare” velocemente.
  2. Tron e Valakut. Questi matchup tradizionalmente pessimi per i mazzi Black Midrange diventano accettabili quando acceleri il tuo “clock” fino a questo punto. Questi mazzi tendono ad ingranare intorno al quarto turno, e Traverse Shadow può vincere la partita nel quarto turno, spesso con un bel Thoughtseize a condire il tutto. Uno strumento che mi piace avere (e che molti giocatori omettono) sono dei Fulminator Mage tutorabili.
  3. Burn. Un brutto matchup per Grixis Shadow, ma uno nella norma per Traverse Shadow. Tarmogoyf è una delle migliori carte del formato contro Burn. Hai la capacità di bloccare e di instaurare una “race” e puoi tenerli sul filo del rasoio grazie ai tuoi punti vita e alle dimensioni delle tue Death’s Shadow.
  4. Dredge. Un altro matchup tradizionalmente cattivo dove Tarmogoyf, un “clock” più veloce e Temur Battle Rage ti danno la possibilità di giocartela.

Cattivi Matchup

  1. Mazzi con Celestial Colonnade. Questi mazzi se le mangiano le Death’s Shadow, e a te manca una potenza duratura per batterli in partita avanzata.
  2. Altri Mazzi Black Midrange. Solitamente possono uccidere le tue minacce più facilmente di quanto tu possa uccidere le loro, e hai molto meno vantaggio carte di loro in Game 1.

Il Verdetto

Traverse Shadow ottiene il mio sigillo di approvazione. Ha un alto power level, può avere delle stupende mani iniziali e ottiene più vittorie facili rispetto ad altri mazzi Black Midrange. La mia esperienza è stata migliore con questo archetipo rispetto che con Grixis Shadow. Mi piace comunque il classico Abzan, ma la velocità e la forza maggiore di Traverse Shadow lo rende il mio mazzo preferito tra quelli analizzati finora.

Più in generale, penso sia un buon momento per puntare le proprie armi contro i matchup non interattivi piuttosto che concentrarsi sull’avere un vantaggio nei mirror match contro altri midrange.

Traverse Shadow mi intimidisce comunque, per due ragioni. Prima ragione: è il mazzo in Modern con il quale è più difficile sequenziare le mosse nei primi turni. Che terra dovresti sfetchare? Come dovresti gestire i tuoi punti vita e il numero di carte nel tuo cimitero? Che carte dovresti eliminare con Thoughtseize? Come dovresti usare la tua Mishra’s Bauble? Come diamine farai a ricordarti del trigger della Bolla nel prossimo turno?!

La seconda ragione è che esiste un numero pressoché infinito di modi di costruire il mazzo. Ho già fatto capire quanto possa essere difficile scegliere la propria combinazione di colori. Ma, anche dopo averla scelta, le scelte delle singole carte sono sottili e complesse. Il cuore del mazzo è semplice, ma quali carte flessibili vuoi scegliere, e quante saranno nel main deck e nella sideboard?

Se parti con la lista che ho pubblicato in questo articolo, non rimarrai deluso. Ma se stai cercando di diventare un maestro di questo archetipo, allora a un certo punto vorrai provare una versione con Stubborn Denial… la tua esperienza potrebbe risultare diversa dalla mia, finendo con l’innamorarti di questa carta.

Un consiglio generale è quello di rimanere tradizionalisti riguardo i bersagli più “succosi” per Traverse the Ulvenwald. Ranger of Eos è un esempio positivo perché è utile in molti matchup, non è male pescarlo in modo “naturale” e non ti serve finché non sei in partita avanzata. Ho avuto pessime esperienze con carte come Yixlid Jailer e Ethersworn Canonist perché i matchup dove le vuoi vedere sono così veloci che a volte non hai nemmeno il tempo di ottenere delirio, trovare il giusto colore di mana, trovare Traverse the Ulvenwald e mettere la creatura in gioco. Inoltre il tuo piano A è sufficientemente valido contro questi matchup da poter riuscire tranquillamente a ucciderli!

Il tempo vola, e questa serie di articoli si sta muovendo velocemente. Con abbastanza tempo rimasto per poter analizzare soltanto qualche altro mazzo, è ora il momento di scrivere nei commenti se esiste un particolare mazzo midrange che gioca nero di cui vorreste leggere. Finora ho visto molte richieste riguardo a Jund, G/B Rock, Sultai e W/B Eldrazi. Cercherò di fare del mio meglio per rendere queste ultime pubblicazioni le più divertenti ed utili possibile!

__ logo

 

Aggiungi commento

Solo i commenti degli utenti NON registrati sono soggetti ad approvazione ed antispam, quindi ricordati di accedere al sito dal pannello di Login in alto a destra.


Codice di sicurezza
Aggiorna